Condividi

Si lanciano contro le auto in corsa per fare il video: ragazzini cagliaritani fermati dai volontari di strada. Interviene anche la Polizia

Lo riporta il sito di informazione locale CAGLIARIPAD in un articolo di Alessandra Ghiani, che scrive quanto segue

“Lo chiamano Street Fear, letteralmente paura della strada, è una sfida: lanciarsi all’improvviso sulle strisce pedonali, attraversandole senza guardare, proprio nel momento in cui stanno per transitare auto e altri mezzi mentre gli amici,

smartphone alla mano, riprendono la scena per postarla sui social. Non è la scena di una città lontana vista al telegiornale o su Youtube, ma una moda degli adolescenti temerari che pare giunta anche a Cagliari.

Urla e schiamazzi nel tratto finale di via Sonnino – direzione porto -; una dozzina di 12-13enni che incitano (tra i due o tre che disperati cercano inutilmente di opporsi alla follia)

gli amici a lanciarsi di sorpresa sulle strisce pedonali al sopraggiungere delle auto in corsa mentre loro riprendono la scena col cellulare. E i conducenti costretti a evitarli all’ultimo secondo.

E’ la scena di fronte alla quale si è trovato, lunedì notte passate da poco le 22, un gruppo di cinque volontari dell’associazione Guardian Angels, di ronda notturna per consegnare i pasti ai senzatetto della città.

Mentre una parte del gruppo si dileguava istantaneamente all’intervento dei volontari, i compagni rimasti raccontavano, sollecitati dalle domande degli angeli,

di essersi allontanati dalla pizzeria nella quale si trovavano, per una festa, con alcuni genitori.

Allertati gli adulti responsabili, i giovanissimi temerari sono stati richiamati all’interno del locale e, all’arrivo della Polizia –

sopraggiunta per l’allarme lanciato da alcuni guidatori terrorizzati e furiosi – redarguiti sui rischi cui stavano sottoponendo se stessi e gli automobilisti con il loro folle comportamento.

“Nessuno dei responsabili – ha commentato un testimone – si è accorto che questo gruppo di bambini si trovava senza alcun controllo in mezzo alla strada a mettere a repentaglio la propria vita e quella degli automobilisti.

Immagine correlata

Se non fosse stato per l’intervento dei Guardian Angels sarebbe potuto succedere di tutto. E poi l’arroganza con cui qualcuno di loro si è rivolto ai volontari mi ha scioccato vista la loro giovane età.

Avranno avuto una dozzina d’anni. Soprattutto con quello che si sente in giro – ha concluso – se fossi un genitore starei un po’ più attento a quello che fa mio figlio a pochi metri da me”.”

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteRoma, alunno sale in cattedra: "Buco di c..." davanti alla professoressa
Prossimo articoloTragico incidente, è morto Giuseppe Bravin: stava provando la moto nuova