Si spoglia e rompe una costola a un poliziotto e gli procura danni a un rene

Nuova aggressione ai danni di un agente di Polizia che ne esce con una costola fratturata e possibili lesioni ad un rene.

Succede a Genova, in occasione di un a dir poco movimentato arresto, dove la Polizia è stata chiamata nella centrale piazza San Lorenzo, a supporto di un carabiniere che si trovava fuori servizio, impegnato a portare alla calma un trentenne che, tra le altre cose, si era anche spogliato.

L’uomo, un tunisino, era privo di documenti. Così, gli agenti del commissariato Centro, prontamente intervenuti, lo hanno fatto salire in macchina per accompagnarlo in Questura.

Il trentenne ha però cercato di reagire colpendo più volte la parte divisoria della volante.

Gli operatori sono riusciti a portarlo in ufficio dove però l’uomo non ha smesso di dare problemi scagliandosi prima contro una poliziotta e poi aggredendo un suo collega.

In ufficio è nata quindi una colluttazione dove a farne le spese è stato l’agente.

Il poliziotto, ferito alle mani e al costato è dovuto ricorrere al pronto soccorso. I medici hanno rilevato la frattura dell’ultima costola con possibile interessamento renale. L’agente si trova ricoverato in osservazione con prognosi riservata.

Il trentenne, con svariati precedenti di Polizia, è stato arrestato per resistenza e lesioni.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche