Condividi

GENOVA – “Siamo le Br, abbiamo messo una bomba, liberate Cesare Battisti” è questo il contenuto della telefonata arrivata questa mattina negli uffici del Comune di Genova in via Garibaldi. Immediato è scattato l’allarme. Lo racconta il sito Primocanale

Tutte le persone presenti in quel momento negli uffici di Palazzo Tursi sono state fatte evacuare e allontanare per ragioni di sicurezza. I carabinieri hanno delimitato la zona chiudendo parte di via Garibaldi. Sul posto ai militari anche gli artificieri, la polizia municipale e i vigili del fuoco.

Secondo quanto ricostruito la voce della telefonata che annunciava la presenza della bomba avrebbe detto che l’ordigno sarebbe esploso tra le ore 11 e le 11.30. Il sindaco Bucci non ha voluto abbandonare il suo ufficio e avrebbe detto: “L’orario dell’esplosione è passato, ho da lavorare”.

Intorno alle 12.20 l’allarme è cessato. Tutto il personale che lavora in Comune è stato fatto rientrare nel palazzo. Riaperta anche via Garibaldi.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedente“Anche per voi che ci odiate, noi ci saremo sempre”. Lo sfogo di un poliziotto
Prossimo articoloBattisti dal carcere: "Ho 64 anni, sono malato e profondamente cambiato"