Condividi

Oristano, la polizia salva due cagnolini sulla 131

Ancora una volta i poliziotti della stradale protagonisti di un bel salvataggio

Alcuni cani meticci infatti, nella giornata di Natale sono stati segnalato lungo la statale 131 Erano scappati ai loro padroni, che non ne avevano più notizie da ore

I poliziotti, appena allertati sono intervenuti

I cagnolini ora sono ora sani e salvi nella loro casa di Sant’Anna di Marrubiu.

La certezza è che se gli agenti non fossero intervenuti, sarebbero molto probabilmente morti investiti. Una fine terribile.

Fortunatamente però gli agenti della Polizia Sradale di Oristano li hanno intercettati all’altezza del chilometro 82 della Carlo Felice.

 

 

Il ritrovamento dei cagnetti era avvenuto verso le 14,30 proprio nel giorno di Natale, a poche centinaia di metri dallo svincolo di Marrubiu.

Gli agenti della sezione di Oristano, diretti da Roberto Piredda, stavano effettuando un servizio di prevenzione quando avevano notato gli animali sotto il guardrail.

I poliziotti li avevano recuperati avvisando il servizio veterinario della Asl. Una guardia zoofila aveva quindi provveduto a trasferire i meticci nel canile di Arborea, il Dog village. – lo riporta la Nuova Sardegan –

Il proprietario aveva infine recuperato i cagnetti riportandoli a casa.

Non è il primo caso che vede protagonisti dei poliziotti per questo genere di interventi. Sono numerosi infatti gli interventi verso qualsiasi tipo di animale.

 

 

Ricordiamo ad esempio un cagnolino salvato nel giorno di Pasqua sulla A2 (Autostrada del Mediterraneo), abbandonato dai propri crudeli padroni

LEGGI ANCHE: Abbandonato in autostrada nel giorno di Pasqua, ma due angeli in divisa lo salvano 

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteMilano, aggredita e rapinata in Porta Venezia: "Hanno preso anche il cane"
Prossimo articolo"Siamo Carabinieri, difendiamo i più deboli contro i prepotenti" il maggiore Pasquale Infelisi, una storia di Resistenza dimenticata