Sognano di diventare mamme, centro adozione propone un bimbo down: la loro risposta commuove

Holly Graham e sua moglie Alex avevano sempre desiderato un bambino. Le due donne gay si sono sposate due anni e mezzo fa, e da allora hanno sempre parlato di adozione. E per di più, hanno sempre valutato la possibilità di accogliere un bambino con la sindrome di Down nella loro famiglia.

Nel suo blog, Holly spiega il motivo per cui avesse questo ‘strano’ desiderio. Il fatto è che la sua migliore amica d’infanzia Molly era affetta dalla sindrome di Down, e la Graham aveva sempre nutrito affetto nei confronti di queste persone. Fin dall’età di sette anni, voleva avere un figlio con la sindrome di Down ed espresse il suo desiderio ad Alex quando iniziarono a frequentarsi. Sorprendentemente, ad Alex piacque tantissimo l’idea!

Holly racconta, “Avevamo fatto un accordo secondo il quale se un giorno in futuro avessimo avuto un mucchio di soldi da parte (sì, giusto) e avessimo potuto permetterci che io potessi restare a casa a tempo pieno almeno per 5 anni, allora avremmo adottato un bambino con la sindrome di Down”.

Holly ed Alex iniziarono le pratiche per l’adozione subito dopo il matrimonio, perché le donne erano consapevoli che forse ci sarebbero voluti molti anni.