Condividi

Lʼuomo, divertito dal suo gesto, ha filmato la corsa degli animali terrorizzati lungo il ponte di Ganda, a Morbegno. “Comportamento illegale, sporgeremo denuncia”, annuncia lʼambientalista Rinaldo Sidoli, portavoce di Alleanza Popolare Ecologista

“E’ pazzesco, è pazzesco, hai visto?”, si sente dire alla fine del filmato di due minuti dall’uomo in scooter che ha inseguito di notte tre cerve spaventate, inducendole a gettarsi nell’Adda dal ponte di Ganda, a Morbegno (Sondrio). Immagini e parole che hanno provocato sdegno su Facebook, dove ile riprese della folle corsa sono state diffuse. “Un video scioccante, – denuncia l’ambientalista Rinaldo Sidoli, portavoce di Alleanza Popolare Ecologista. – E’ un comportamento illegale per il quale sporgereremo opportuna denuncia. Le immagini testimoniano un vero e proprio maltrattamento che sarebbe potuto terminare con un esito drammatico”.

Cosa è accaduto – A ricostruire i fatti è lo stesso Sidoli – spiega tgcom24 – , che posta sulla sua pagina Facebook, il video incriminato. “Insegue divertito tre cerve con un motorino, costringendone due a lanciarsi da un ponte di 30 metri. Un video scioccante”, commenta l’ambientalista, che continua il racconto dell’accaduto: “Non pago dell’atto criminale insegue la terza che si getta nel fiume, priva di forze. E’ accaduto nella strada provinciale 4, in prossimità del ponte di Ganda sul fiume Adda, ai confini del territorio comunale di Morbegno”.

“E’ un comportamento illegale per il quale sporgereremo opportuna denuncia, – annuncia Sidoli. – Le immagini testimoniano un vero e proprio maltrattamento che sarebbe potuto terminare con un esito drammatico”.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedentePasquale Casertano torna in servizio: “devo portare a termine la missione del mio collega Vincenzo”
Prossimo articoloAttentato Iraq, amputazione anche per un terzo militare

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.