Condividi

Una leggerezza scellerata si è trasformata in una strage: in Ungheria il conducente di un minibus ha preso il cellulare per trasmettere una diretta Facebook ed ha continuato a rispondere ai messaggi mentre era alla guida. Scrive Nanopress

Distratto dal cellulare, l’uomo si è accorto solo all’ultimo istante del sopraggiungere di un camion. Nello schianto sono morte nove persone, due delle quali sono donne.

Le vittime sono tutti cittadini rumeni, di ritorno dalla Slovenia dove lavoravano come braccianti agricoli. Un’unità di crisi è stata allertata per assistere le famiglie delle vittime.

Questa tragedia ha reso orfani 16 minorenni, il più piccolo dei quali è un bambino di appena 6 anni.

L’autista si chiamava Peter K., 38 anni, e si guadagnava da vivere offrendo passaggi sul suo minivan fra Ungheria, Romania e Ucraina.

Per l’uomo non si trattava del primo incidente: stando al racconto di un amico, qualche anno fa avrebbe avuto un altro incidente ferendo due persone, una delle quali è finita in coma.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteFabrizio Corona: «Io come Padre Pio, ecco cosa abbiamo in comune». E appena uscito dal carcere spende 9mila euro per...
Prossimo articoloVimodrone (MI), ex vittima di bullismo mette in fuga dei rapinatori con la boxe