Las Vegas, sangue al concerto: raffiche di spari sul pubblico

Attacco choc al concerto di musica country. Spari sul pubblico davanti dal 32° piano del Mandalay Bay Casino. Ci sono venti morti e oltre cento feriti

Una raffica di spari dopo l’altra. I colpi hanno squarciato le note della musica country che risuonava al festival “Route 91.
Harvest”, rassegna di musica country che si è tenuta a Las Vegas dal 29 settembre a ieri notte, e si sono abbattuti sul pubblico che affollava la piazza antistante al Mandalay Bay Casino. Sulla Strip è scoppiato il panico e la folla si è lanciata in una corsa disperata per provare a salvarsi (guarda il video). Ad attaccarli, dal 32° piano dell’edificio sul Las Vegas Boulevard, è stato un uomo armati che ha fatto venti vittime e cento feriti.

“Oddio, state giù”. I colpi piovevano dall’altro. Una tempesta di piombo sulla folla. Alle 22:20, dopo aver ammazzato una guardia del Mandalay Bay Casino, l’aggressore ha posizionato le armi automatiche davanti alle finestre e, mentre si stava esibendo Jason Aldean, ha aperto il fuoco sulla folla. A quel punto non c’è stato più nulla da fare e ha iniziato a scorrere il sangue ovunque.