Poliziotto in manette, arrestato dai suoi stessi colleghi. Fine dell’incubo per Quagliarella e numerosi imprenditori

Per Fabio Quagliarella, punta della Sampdoria, è senza dubbio la fine di un lungo incubo.

E’ notizia di queste ore che la Polizia di Stato di Castellammare di Stabia, insieme con l’Arma dei Carabinieri di Santa Maria Capua Vetere, ha dato esecuzione all’ordine di carcerazione di R.P., 54enne ritenuto responsabile di atti persecutori, calunnia e sostituzione di persona.

L’uomo è un ex poliziotto. I reati contestati sarebbero avvenuti tra il 2006 e il 2010. Non solo Quagliarella nella rete ma anche numerosissimi imprenditori e professionisti.

Le indagini, coordinate dalla Procura di Torre Annunziata e condotte dalla squadra investigativa del Commissariato di Polizia di Castellammare di Stabia, hanno consentito di documentare le responsabilità di R.P.

L’uomo, ex poliziotto da tempo sospeso dal servizio,  per anni, fingendosi amico delle vittime, le ha perseguitate con lettere e messaggi anonimi che contenevano false accuse di pedofilia e di collusioni con la criminalità organizzata.

R.P. dovrà ora scontare la pena di 4 anni e 6 mesi.