Condividi

stalkingPerugia, 1 ottobre 2013 – Divieto di avvicinarsi a meno di un chilometro ai luoghi di residenza della ex moglie e del proprio nucleo familiare, nonché a tutti i luoghi frequentati dagli stessi e da persone in stabile rapporto di amicizia con lei. Divieto infine di comunicare sotto qualsiasi forma e con qualunque mezzo con tali persone. È quanto ha disposto l’autorità giudiziaria nei confronti di un 44enne di origini campane che da diverso tempo manteneva un comportamento persecutorio, minaccioso e, a volte, anche violento nei confronti della sua ex moglie, una 40enne, anche lei residente a Deruta. In particolare lo stalker, che non aveva accettato la fine del rapporto sentimentale, da circa due anni aveva nei confronti della donna una comportamento vessatorio, arrivando anche a minacciarla di violenze fisiche e di morte. Il tutto, secondo l’uomo, per indurla a riallacciare la relazione sentimentale. Dopo la denuncia della moglie sono partite le indagini da parte dei carabinieri e, infine, la decisione dell’autorità giudiziaria.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteNaufragio Scicli: Carmelo, il carabiniere eroe
Prossimo articoloMafia: Gratteri, pronte modifiche normative a 41bis