Condividi

vannoniIl via libera della procura di Torino al patteggiamento proposto dai legali di Davide Vannoni sarà vincolato alla volontà del fondatore di Stamina di astenersi a commettere altri reati sia in Italia sia all’estero, in base all’articolo 9 comma 1 del codice penale. Lo si apprende da ambienti vicini alla procura torinese. Il senso è bloccare la possibile esportazione del metodo Stamina all’estero. Vannoni avrebbe infatti manifestato l’intenzione di patteggiare una pena di un anno e dieci mesi. Al momento sono sei, tra cui lo stesso Vannoni, gli imputati nel processo per associazione a delinquere e truffa che sembrano intenzionati a patteggiare.
Fonte Adnkronos

Roma, 24 gennaio 2015

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteTaranto e la storia dei sette decreti. Chi è stato salvato?
Prossimo articoloNigeria: Boko Haram rilascia 192 ostaggi