Condividi

Agenpress. Sull’apertura del primo punto vendita Starbucks in Italia piove un esposto del Codacons, che chiede all’Antitrust di verificare la correttezza della pratica commerciale posta in essere dall’azienda.

Con l’apertura del primo store italiano sono stati resi pubblici i listini prezzi praticati da Starbucks, e si scopre che il semplice caffè espresso costa 1,80 euro,

mentre per un cappuccino il prezzo sale a 4,50 euro – afferma il Codacons – Per il caffè all’americana occorre mettere in conto una spesa di 3,50 euro, prezzi lontanissimi dalla media praticata a Milano per i medesimi prodotti, dove per un espresso si spende in media 1 euro e 1,30 euro per il cappuccino.

Leggi anche:  Milano, baby branco palpeggia due studentesse universitarie

 

Risultati immagini per starbucks

 

Si tratta di tariffe senza dubbio fuori mercato, che possono rappresentare un danno per gli utenti italiani che vogliono provare l’esperienza di consumare un caffè da “Starbucks”,

e devono sottostare a listini decisamente elevati – spiega il Codacons – Pertanto abbiamo deciso di presentare un esposto all’Antitrust affinché verifichi la correttezza della pratica commerciale posta in essere da Starbucks nel primo store milanese.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteJuncker annuncia creazione polizia dell'Unione Europea: diecimila uomini alle frontiere
Prossimo articoloLei non si concede a letto, l'attore 87enne divorzia dalla moglie di 27 anni

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.