Starbucks, dipendente scrive “maiale” sulla tazza di un poliziotto: licenziato

Aveva scritto “pig” su un ordine di cinque drink effettuato da un ufficiale di polizia di Kiefer. Per questo un dipendente è stato licenziato dall’azienda Starbucks.

E’ successo in Oklahoma, negli Stati Uniti nel giorno del ringraziamento, quando un ufficiale della locale Polizia ha deciso di fare qualcosa di carino per i collaboratori in servizio in una giornata per gli americani così importante.

Quindi, prima di tutto l’offerta di un caffè. A rivelare l’episodio p stato il capo della locale polizia tramite un post su Facebook. Sulle tazze ordinate era stata scritta la parola “maiale”. Le foto delle tazze incriminate sono finite sui social, pubblicate proprio dagli stessi agenti.

Il capo della Polizia, Johnny O’Mara, ha spiegato che ciò che lo ha infastidito più è stata la mancanza di rispetto verso i lavoratori della Polizia che al posto di essere a casa con le famiglie, si trovavano in servizio per la collettività.

Qualche giorno dopo il trambusto, il dipendente avrebbe poi contattato i poliziotti per scusarsi, spiegando che quel “pig” sarebbe stato inteso “come uno scherzo”. La spiegazione, naturalmente, non ha convinto nessuno.

Il dipendente della nota azienda era stato inizialmente solo sospeso, poi è arrivata la ‘sentenza’: licenziamento per aver violato la politica aziendale.

Proprio Starbucks si è sentita in dovere di spiegare che l’espressione usato dal dipendente non rappresenta in alcun modo il pensiero dell’azienda.