Condividi

“Sono arrivati segnalazioni ed esposti, singoli o collettivi, da parte di cittadini che lamentano un uso smodato di strumenti di amplificazione musicale che recano disturbo per l’intensità del suono e per il loro perdurare anche nelle ore notturne. Segnalazioni che, a seguito dei controlli, si sono rivelate effettivamente fondate”

Dovranno cambiare le proprie abitudini i giovani che passano le serate in piazza ascoltando musica ad alto volume con le casse godendosi la temperatura della sera e la libertà del periodo estivo fino a tarda notte. Succede a Spezia.

Dovranno cambiare abitudini perchè la giunta locale, con apposita ordinanza ha vietato su tutto il territorio la riproduzione e la diffusione sonora dalle 22 alle 7 di musica tramite strumenti come smartphone e dispositivi che possano diffondere rumore anche a distanza, disturbando “tranquillità e riposo dei residenti”.

 

La decisione in seguito alle lamentele rivolte alla forza pubblica, dunque la decisione del comune. Le multe andranno da 25 a 500 euro.

“E’ possibile divertirsi ma con educazione: dobbiamo andare verso una conciliazione fra il legittimo divertimento e il diritto alla tutela della quiete delle persone” ha spiegato il sindaco.

L’ordinanza, ovviamente, non si applica in caso di spettacoli o per i locali pubblici.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedentePoliziotto si lancia da un balcone: è il 27esimo suicidio tra tutte le forze dell’ordine nel 2019
Prossimo articoloArriva il Can-Am DEFENDER della Polizia di Stato, pattuglierà le spiagge di rimini il giorno e la notte