Condividi

Si chiama Manraj Singh, ha 24 anni ed è nato in Italia da genitori di origine indiana: primo carabiniere tra gli allievi del suo corso, ha mostrato un rendimento talmente ragguardevole da meritare una menzione da parte del ministro dell’Interno. “E’ risultato primo perché ha avuto una media che lo ha posizionato al di sopra di tutti gli altri allievi, con ottimi risultati in tutte le materie militari e professionali”, spiega all’AdnKronos il colonnello Davide Rossi, comandante della Scuola Allievi Carabinieri di Reggio Calabria, tra le più grandi d’Italia, dove Singh ha frequentato il 136esimo corso formativo, dedicato alla memoria della Medaglia d’Oro al Valor Militare carabiniere Vittorio Tassi, cominciato lo scorso dicembre e svoltosi anche tra le Scuole di Roma, Torino, Campobasso e Iglesias.

“Sono sempre stato attratto dall’Arma, sin da bambino. Diventare carabiniere era uno dei miei sogni, ma una vera coscienza è subentrata dopo che ho finito le scuole superiori”, racconta Manraj Singh all’AdnKronos.

Il più bravo carabinere del corso è nato ad Anzio, sul litorale romano, dove suo padre si era trasferito 35 anni fa per ragioni lavorative da Ludhiana, nello Stato indiano del Punjab: “Fa il saldatore – spiega Manraj – Mia madre lo ha raggiunto in Italia dopo qualche anno, in India era insegnante di lingua, ma una volta qui ha deciso di fare la casalinga per dedicarsi alla famiglia, a me e a mio fratello. Quando avevo dieci anni, poi, ci siamo trasferiti in Veneto, a san Donà di Piave, provincia di Venezia“.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteHa un malore mentre guida, camionista evita una strage. Il poliziotto: "Un eroe"
Prossimo articoloNoemi Durini scomparsa: si indaga per sequestro di persona