Condividi

«Se sapessi i vostri nomi, vi ringrazierei uno a uno. Siete davvero speciali». Sono parole di Krisztina, una signora ungherese che ha vissuto da vicino il dolore per la morte delle sedici persone morte in A4 nella notte fra venerdì e sabato.

Krisztina Regos, ungherese trapiantata a Verona, ha scritto una lettera ai poliziotti impegnati da vicino per fronteggiare quella tragedia. L’ha indirizzata al nostro giornale, chiedendoci di farci tramite verso i ragazzi della Stradale che hanno vissuto quelle ore.

Ecco le sue parole:

L’ARENA

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteMai più nonni maltrattati: arrivano le telecamere nella case di riposo
Prossimo articoloL'uomo di Trump in Europa: 'Io so la data, quando la vostra moneta unica va ko'