Foggia, marito e moglie assassinati: il figlio 16enne uccise un coetaneo

Le vittime sono Nicola Salvatore, conosciuto negli ambienti locali con il soprannome di ‘Nicolin diec e diec’, e la moglie Isabella Rotondo. Sull’accaduto indaga la polizia, che al momento non esclude alcuna pista

Marito e moglie sono stati uccisi a colpi d’arma da fuoco all’interno della loro profumeria a San Severo, nel foggiano. I cadaveri erano crivellati da una sventagliata di proiettili esplosi forse con una mitraglietta. Le vittime sono Nicola Salvatore, conosciuto negli ambienti locali con il soprannome di “Nicolin diec e diec” sua moglie Isabella Rotondo. Una o più persone, scrive FoggiaToday, avrebero fatto irruzione nel locale aprendo il fuoco contro la coppia.

Indagano gli agenti del comissariato di San Severo e della squadra mobile di Foggia, che stanno visionando le immagini del sistema di videosorveglianza della zona, alla ricerca di elementi utili per identificare i sicari. Lo scorso settembre il figlio delle vittime, ancora minorenne, uccise in strada un coetaneo, Mario Morelli, e ferì un altro ragazzo per una ragazza contesa. Gli inquirenti non escludono che il fatto di sangue avvenuto oggi in via don Minzoni, in zona Porta San Marco, possa essere riconducibile a quell’omicidio.