Strage nel Casertano: finanziere uccide moglie e cognata e ferisce i suoceri: poi si suicida

Duplice omicidio a Vairano Patenora, nel Casertano. Le vittime sono due donne della stessa famiglia; il responsabile, marito di una delle due, è morto dopo una lunga agonia alle ore 18 e 30. L’uomo, Marcello De Prata di 52 anni, appuntato scelto della Guardia di Finanza in servizio al porto di Napoli, si è ucciso con un colpo alla tempia sparato con la sua pistola d’ordinanza.

Il fatto è avvenuto nella cartoleria «Laurenza» di Vairano Scalo. Sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Capua. Stando ad alcune indiscrezioni, il finanziere ha ucciso la moglie Antonella Laurenza (che gestiva la cartoleria con i suoi genitori) e la sorella di lei, Rosanna, insegnante. Ha ferito i suoceri, titolari della cartoleria in via Roma. Sono stati rintracciati i figli della coppia: una ragazza di 20 anni e il fratello di 14.
Sul posto i carabinieri dell’Arma coordinati dal colonnello Alberto Maestri, i medici del 118 e il pm di turno in procura a Santa Maria Capua Vetere, Annalisa Imparato.

“VIVEVA NEL TERRORE”

«Lei era terrorizzata, viveva con il terrore di essere uccisa. Erano continue le liti con il marito». Questi i primi commenti a caldo delle amiche di Antonella Laurenza, la donna uccisa dal marito questo pomeriggio a Vairano Patenora nella cartoleria del centro.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche