Condividi

“Non ti conosco e tu non mi conosci, ma ti ringrazio per il tuo sacrificio. Metti la tua vita in pericolo ogni giorno per proteggere la nostra comunità. ”

ODESSA, Texas – Sono queste le parole vergate a mano e lasciate sul mezzo di un ufficiale di polizia del Texas dopo la drammatica sparatoria causata da un uomo a Odessa a fine agosto provocando 21 feriti e 7 morti.

Uno dei momenti più toccanti, la dimostrazione di supporto per gli uomini in uniforme da parte di una donna non conosceva nemmeno di persona l’agente al quale stava lasciando il messaggio. Come accaduto anche in Italia dopo recenti fatti di sangue che hanno visto vittime agenti di polizia e Carabinieri, anche in questo caso, si è trattato di un semplice gesto per ringraziare qualcuno che viene raramente ringraziato per aver messo la propria vita in pericolo.

Ad aver ricevuto il biglietto è il caporale Gary Potter che, uscito dalla propria abitaziopne per recarsi al lavoro, ha trovato un biglietto sulla sua macchina. Qualsiasi poliziotto sa che di solito non è un buon segno. Ma questa non era una lettera di odio anonima.

Avvicinatosi al mezzo, assieme alla lettera scritta a nmano ha trovato dei fiori e così, pubblicandol’evento via Facebook, è partita la “caccia” all’autore del bel gesto.

La lettera è stata pubblicata. “Salve, sto scrivendo questo per l’agente di polizia che vive qui”, si legge nella nota. “Non mi conosci e io non ti conosco, ma sono grato per il tuo sacrificio. Metti la tua vita in pericolo ogni giorno per proteggere la nostra comunità. Grazie mille.”

La lettera era firmata da Bria Montes, una dipendente che lavora al Medical Center Hospital, ovvero la struttura ospedaliera che ha assistito le vittime dell’attacco di fine agosto.

L’episodio, pur piccolo ma significativo, è stato raccontato dall’emittente Fox che ha anche rivelato l’incontro tra i due. È stato un momento emozionante.

“Solo un grazie, una stretta di mano”, racconta il poliziotto che ha lavorato per il dipartimento del Texas negli ultimi 24 anni “significa il mondo per noi. È un gesto più prezioso che ottenere un premio o vincere alla lotteria. È un gesto molto, molto potente”

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteAuto sulla folla a Berlino, almeno 4 morti
Prossimo articoloCoppia scomparsa, i Carabinieri hanno rintracciato Massimo Sebastiani

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.