Suicida dal 14esimo piano a 15 anni, nel telefono la scoperta choc

sappiamo che spesso gli adolescenti agiscono impulsivamente, per questo motivo vogliamo condividere con voi una minaccia che potrebbe riguardarli.

Suicidio giovanile: un gioco pericoloso

Si tratta del Blu Whale Challenge, (la sfida della balena blu), un’invenzione di una persona malata, come sostiene la polizia, ma che sta facendo molti danni e causando grande sofferenza tra gli adolescenti.

Una ragazzina spagnola di 15 anni è stata salvata dalla sua famiglia dopo che i genitori avevano appreso che stava partecipando a questo gioco perverso che consiste ne seguire passo per passo le istruzioni inviate da uno sconosciuto online, fino al tragico finale che consiste nel suicidio.

Yulia ha lasciato un messaggio: la scritta “end” (fine) sulla pagina del suo social network dove aveva postato anche l’immagine di una balena blu.

Oltre a tatuarsi una balena sulle braccia o sulle caviglie i partecipanti devono guardare film horror tutto il giorno e svegliarsi alle 4.20 del mattino.

“Genitori, per favore, fate attenzione a questo gioco. Parlatene coi vostri ragazzi se siete preoccupati” hanno scritto su Twitter membri delle forze di polizia.

Il Blue Whale Game è un gioco che vive su diverse piattaforme online, ogni giocatore ha un padrone che li controlla per 50 giorni e ogni giorno hanno un compito da svolgere. Alla fine questa persona li istruisce su come suicidarsi.

Purtroppo, come si legge sul Daily Mail, alcune vittime in tutto il mondo sono andate fino alla fine.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche