Condividi

Suicida a 21 anni a Roma, lascia lettera 'sono gay'Roma, 28 ottobre 2013 – La Procura indaga sul suicidio del 21enne a Roma che in una lettera ha accusato l’Italia di ”essere un paese omofobo”.

Il fascicolo, per ora senza indagati o ipotesi di reato, è stato avviato dal procuratore aggiunto Pier Filippo Laviani e dal sostituto Antonio Clemente.

I movimenti gay per mercoledì hanno indetto una manifestazione alla gay street.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteDuplice omicidio, squallida fine di un ex-boss
Prossimo articoloSigarette a minori, multati tabaccai