Svezia, schedati 4mila nomadi

SOS1307635Skane (Svezia), 25 settembre 2013 – Una «schedatura» su base etnica e compiuta in modo illegale. Succede in Svezia, dove è polemica dopo la scoperta che a Skane, nel sud del Paese, 4000 nomadi sono stati «registrati» dalla polizia locale in una lista, nella quale sono stati riportati anche nomi, indirizzi, numeri di documento, gradi di familiarità tra gli individui. Insomma una specie di registro-albero genealogico su base etnica. Il ministro svedese per l’Integrazione Erik Ullenhag ha definito l’episodio «sconvolgente».

L’esistenza della lista è stata rivelata dal giornale Dagens Nyheter, che l’ha pubblicata integralmente; il file con i nomi – hanno spiegato – nei pc della polizia era classificato come «Itineranti». La polizia, dopo aver tentato di negare l’esistenza della lista, si è difesa spiegando che non è stato adottato alcun provvedimento in seguito alla registrazione. Ma il ministro Ullenhag ha ribadito che «è vietato schedare le persone in base alla loro appartenenza etnica» e ha annunciato un’inchiesta.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche