Tajani smorza i toni su Trump: le critiche non cancellano il buon rapporto tra Bruxelles e Washington

L’Italia creerà una task force per attirare banche e imprese da Londra a Milano
Londra, 2 feb 08:32 – (Agenzia Nova) – L’Italia, riferisce il quotidiano britannico “The Telegraph”, creerà una task force incaricata di attirare a Milano imprese e investitori in vista dell’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea. Lo ha annunciato il ministro degli Esteri, Angelino Alfano, sostenendo che la capitale finanziaria italiana può essere una valida alternativa alla City: “Chi dice che le società che lasciano Londra devono trasferirsi tutte a Francoforte?”, ha domandato il titolare della Farnesina.

Francia, ora è Macron il favorito alle presidenziali
Parigi, 2 feb 09:49 – (Agenzia Nova) – La campagna per le elezioni presidenziali che si terranno in Francia di aprile-maggio non cessa di riservare soprese: secondo un sondaggio elaborato dalla società di rilevazioni demografiche Elabe per il quotidiano economico “Les Echos”, ora il favorito sarebbe Emmanuel Macron, l’ex ministro dell’Economia che alla fine della scorsa estate ha lasciato i governo socialista per presentarsi da candidato indipendente alle presidenziali alla testa del suo nuovo movimento “En Marche!” (“In Marcia!”, ndr) con un programma riformatore di stampo liberale ed una collocazione di centro-sinistra. Secondo “Les Echos” è il candidato che sta traendo il massimo vantaggio dallo scandalo che ha investito Francois Fillon: secondo il sondaggio in questione, infatti, non soltanto Macron sopravanzerebbe abbondantemente il candidato del centro-destra al primo turno del 23 aprile; ma al secondo turno del 7 maggio sarebbe anche in grado di battere la leader di estrema destra Marine Le Pen, con un confortevole 65 per cento delle intenzioni di voto contro il 35 per cento della presidente del Front national (Fn).

Regno Unito, 2016 anno record per l’antisemitismo
Gerusalemme, 2 feb 09:49 – (Agenzia Nova) – Il Regno Unito ha vissuto lo scorso anno un consistente aumento degli episodi di antisemitismo: lo ha riferito il Community Security Trust (Cst), un ente di beneficenza che dal 1984 monitora i casi di antisemitismo nel paese. L’ente ha registrato lo scorso anno 1.309 incidenti antisemiti a livello nazionale, un aumento del 36 per cento rispetto ai 960 del 2015. Il record precedente, toccato nel 2014, era stato di 1.182 incidenti. L’abuso verbale rivolto alle persone visibilmente ebraiche in pubblico è stato il tipo più comune di incidenti registrati nel 2016 (29 per cento del totale). Il 22 per cento degli incidenti antisemiti sono stati perpetrati attraverso i social media, l’8 per cento attraverso aggressioni violente e circa il 5 per cento ha riguardato il danneggiamento e la profanazione delle proprietà ebraiche.