Condividi

Le condizioni della bambina sono critiche, meno grave l’altro fratello di 6 anni ferito da una coltellata al collo

Un uomo a Taranto ha accoltellato al collo il figlio di sei anni e ha lanciato la figlia di tre anni dal balcone al terzo piano di un appartamento di uno stabile del rione Paolo VI.

L’episodio sarebbe avvenuto al culmine di una lite familiare. Il padre è stato arrestato.

A quanto si apprende le condizioni della bambina sono critiche, mentre non sarebbero gravi le ferite riportate dall’altro.

Leggi anche:  Camionista travolge una famiglia, bimbo ricoverato grave: amputata la gamba. Arrestato il responsabile

Una tragedia che ricorda in qualche modo la strage di Cisterna di Latina, dove la mattina di mercoledì 28 febbraio

Luigi Capasso, un appuntato dei carabinieri in servizio a Velletri, ha sparato con l’arma di ordinanza alla moglie da cui si stava separando,

ferendola gravemente, ha ucciso le sue due figlie nella casa in cui vivevano con la madre a Cisterna di Latina e poi si è suicidato.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteNegozi stranieri, presentata la legge per le insegne in italiano e lʼesame di lingua per i titolari
Prossimo articoloOverdose di "eroina gialla": Alice, trovata morta nei bagni della stazione ad appena 16 anni