Condividi

Dopo le stangate sui pedaggi, seguiranno luce e gas

Il 2018 infatti registrerà un incremento del +5,3% per le forniture elettriche mentre per quelle gas del +5%.

Lo prevede l’aggiornamento delle condizioni economiche comunicate dall’Autorità per l’energia e lo riporta tgcom24

Gli aumenti però dovrebbero essere controbilanciari in parte dal calo delle tariffe di trasmissione, distribuzione e misura, -0,5% sulla spesa del cliente tipo. Si arriva così al +5,3% finale per la spesa complessiva del cliente tipo.

In particolare, l’aumento per l’energia elettrica sarà dovuto alla crescita dei costi di approvvigionamento.

 

Il rialzo degli oneri generali di sistema contribuisce al +1,9% sulla spesa del cliente tipo, determinato per intero dalla variazione della componente degli oneri generali per la copertura degli incentivi alle imprese a forte consumo di energia, mentre sono stabili tutte le altre componenti.

La variazione del gas sarà invece dovuta alla crescita della componente ‘materia prima’,

ovvero all’aumento delle quotazioni del gas attese nei mercati all’ingrosso nel prossimo trimestre, anche per effetto della maggiore domanda dei mesi invernali.

 

 

Incrementi all’ingrosso che sono influenzati anche dalla riduzione del 50% della capacità di utilizzo del gasdotto TENP (il gasdotto che collega i giacimenti olandesi all’Italia) per manutenzione.

Si segnala anche un aumento che sarà dovuto anche alla componente relativa al trasporto.

Aumenti in parte controbilanciati dalla riduzione, con il suo azzeramento, della componente per la gradualità nell’applicazione della riforma delle condizioni economiche del servizio di tutela.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteSvizzera, guida imprudente in inseguimento: condannato poliziotto
Prossimo articoloGatto ucciso a Fagnano con un sacchetto al collo