Tenta di violentare una donna di 62 anni, arrestato un 23enne straniero

Gropello Cairoli (Pavia) – Ha prima tentato un approccio amichevole ma non vedendolo contraccambiato ha cambiato atteggiamento, arrivando a battute e proposte a sfondo sessuale per poi approcciare fisicamente una volta trovatosi solo con la donna, lontano da sguardi indiscreti, lungo una stradina laterale. Un gioco da ragazzi, deve aver pensato un giovane di 23 anni, di nazionalità nigeriana e ospite di un centro richiedenti asilo.

Qualche cosa del suo piano però è andato storto perchè la vittima, una donna di 62 anni, non si è arresa alle molestie fisiche ed è riuscita a scappare rifugiandosi in casa di una conoscente che immediatamente, compresa la gravità del fatto ha allertato le forze dell’ordine. I Carabinieri hanno prima aiutato la donna a calmarsi per poi ricostruire la dinamica dei fatti.

La vittima è stata trasportata in pronto soccorso dove le sono state riscontrate alcune ferite compatibili con il racconto, per circa una decina di giorni di prognosi. La vittima, sul momento, ha mostrato anche parte del vestiario strappato. Il giovane è stato rintracciato poche ore dopo.

A questo punto, la domanda di protezione, secondo quanto riporta Il Giornale, sarebbe in esame presso la Commissione territoriale ma con il decreto Sicurezza e Immigrazione di Matteo Salvini, il 23enne rischia l’epulsione. Una volta avuta la conferma dei fatti raccontati dalla vittima sarà costretto a lasciare l’Italia.

Sulla faccenda è arrivato, puntuale, anche il commento del ministro dell’Interno: “Gli stupratori meritano pene certe e castrazione chimica. E se sono clandestini vanno rispediti al loro Paese. Grazie al decreto Sicurezza abbiamo riportato un po’ di ordine e buonsenso”.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche