USA, motore del New York-Dallas di Southwest Airlines esplode in volo: passeggera rischia di essere risucchiata e poi muore

Esplosione in volo. Morta la passeggera che ha rischia di essere risucchiata

Le autorità Usa hanno confermato la morte di una passeggera dopo l’atterraggio di emergenza a Filadelfia del volo della Southwest Airlines che aveva avuto un incidente a un motore

Le autorità Usa hanno confermato la morte di un passeggero dopo l’atterraggio di emergenza a Filadelfia del volo della Southwest Airlines che aveva avuto un incidente a un motore.

“E’ stata riportata dentro dagli altri”, si legge sul sito dell’emittente. Secondo la Cbs l’esplosione avrebbe danneggiato il finestrino in corrispondenza della 17esima fila. A bordo del volo erano presenti 143 passeggeri e 5 membri dell’equipaggio.

Nell’incidente la persona che ha rischiato di essere risucchiata è poi deceduta. Si tratta Jennifer Riordan, 43 anni, madre di due figli e manager di una banca in New Mexico.

Il capo dei vigili del fuoco di Filadelfia in precedenza aveva riferito che dopo l’atterraggio di emergenza un passeggero era stato ricoverato in ospedale in condizioni gravi e altri sette passeggeri venivano curati per ferite lievi.

 

Terrore su volo New York-Dallas, esplode motore: muore donna che aveva corso il rischio di essere risucchiata

 

Un passeggero, Marty Martinez, ha pubblicato su Facebook alcune foto e i concitati momenti prima dell’atterraggio: “Qualcosa non va con il nostro aereo, sembra che stiamo andando giù.

Atterraggio d’emergenza… Volo Southwest da New York a Dallas…”. Alla Cbs, Martinez ha spiegato che “pensava di registrare gli ultimi momenti”.

“Prima c’è stata un’esplosione e subito dopo sono venute fuori le maschere d’ossigeno. Poi, probabilmente nel giro di 10 secondi, il motore ha colpito un finestrino e l’ha sfondato completamente”, ha spiegato Martinez.

“Probabilmente siamo scesi di quota per 10-15 minuti. Ovviamente tutti sono usciti di testa, tutti hanno cominciato a urlare e piangere. E’ stata l’esperienza più spaventosa che io abbia mai vissuto”