Condividi

SOS1307525Nairobi (Kenya), 22 settembre 2013 – Terrore in Kenya dove un commando armato ha assaltato uno dei centri commerciali piu’ esclusivi di Nairobi, compiendo una strage. I morti accertati sono almeno 43, come riferito dal presidente Uhuru Kenyatta, mentre i feriti ammontano a 200. Due delle vittime sono di nazionalita’ francese.

Lo shopping center di Westgate e’ considerato un tempio del lusso e frequentato da molti turisti. Sono salvi come riferito dalla Farnesina, i dieci italiani che si trovavano nel ‘mall’. Tra le vittime, risulta anche un somalo residente a Torino e sposato con una connazionale.

L’attacco e’ stato rivendicato dalle milizie somale shebaab che hanno fatto sapere di non voler negoziare. Con un messaggio su Twitter, i miliziani di al-Shebaab al-Mujaheddin hanno motivato la strage come una ritorsione per l’intervento militare del Kenya in Somalia. “I nostri mujaheddin sono entrati nel centro commerciale ‘Westgate’ intorno a mezzogiorno, e vi si trovano ancora dentro, a combattere gli infedeli kenyoti sul loro stesso terreno”, si legge nel tweet. “Quello cui i loro connazionali stanno assistendo e’ un atto di giustizia retributiva per i crimini commessi dai propri militari”.

In un’altra nota diramata precedentemente, i guerriglieri affiliati ad al-Qaeda avevano affermato che “e’ venuto il momento di trasferire il campo di battaglia in Kenya”, ma avevano di nuovo evitato di attribuirsi il blitz.

Gli uomini armati che hanno assaltato lo shopping center di Nairobi “parlavano una lingua straniera, forse arabo o somalo” e hanno “giustiziato” numerosi clienti, ha raccontato un testimone oculare alla France Press.

Tra gli italiani liberati c’e’ anche una suora missionaria laica di Ciro’ Marina in Calabria. La donna, Rita Caparra, secondo quanto riporta il sito online de ‘Il Crotonese’, era nel mall insieme a una rappresentante dell’ambasciata quando e’ iniziato l’attacco ed e’ stata liberata dalle forze dell’ordine. Fisioterapista e laica missionaria della Consolata Caparra, Caparra svolge attivita’ di volontariato in Kenya. La donna aveva dato l’allarme alla famiglia postando sul suo profilo Facebook alcune immagini dell’assalto ancora in corso.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedentePapa Francesco, visita a Cagliari. Incontro con operai, malati e giovani
Prossimo articoloAnziano morì al freddo, tre indagati