Condividi

Nuove speranze di raggiungere i ragazzi intrappolati con un percorso alternativo alla pericolosa via subacquea: gli scavatori pensano di aver individuato nella grotta di Tham Luang un cunicolo largo circa un metro che conduce a circa 150-200 metri dal punto dove si trovano. Lo riporta il quotidiano online Khao Sod English. Finora si riteneva che si trovassero ad almeno 800-1000 mt sotto la montagna. “Le possibilità di avvicinarsi sono parecchio alte”, ha detto Thanes Weerasiri, presidente degli ingegneri tailandesi

La situazione è peggiorata, l’ossigeno nella cava è in calo e potrebbe iniziare a piovere di nuovo: “bisogna fare in fretta”. E’ quanto sollecitano i soccorritori impegnati in Thailandia nel salvataggio dei 12 ragazzi ed il loro allenatore, imprigionati nella grotta. Lo riportano i media locali citando sia fonti dei Navy Seal tailandesi sia volontari giunti di tutto il mondo che partecipano all’operazione.

Il livello dell’ossigeno nella grotta di Tham Luang dove sono intrappolati i 12 ragazzi thailandesi con il loro allenatore è sceso al 15%, ben sotto al valore normale del 21%. Lo hanno annunciato i responsabili delle operazioni di soccorso, senza specificare quanta autonomia di respirazione abbia il gruppo intrappolato circa quattro chilometri all’interno. Si continua intanto a lavorare senza sosta nella posa di un tubo lungo, quasi cinque chilometri, che possa immettere ossigeno nella cavità dove sono prigionieri i giovani calciatori.

Uno dei Navy Seals thailandesi impegnato nelle operazioni di salvataggio, riporta l’Ansa, è morto per mancanza di ossigeno. Lo ha detto il portavoce delle operazioni di soccorso. L’uomo, che aveva 38 anni, ha perso conoscenza sulla via del ritorno, e i tentativi di farlo rianimare sono falliti. Per compiere il tragitto di andata e ritorno tra l’entrata della grotta e il punto dove i calciatori e il loro allenatore sono bloccati servono circa undici ore. La Federazione mondiale del calcio ha invitato alla finale della Coppa del mondo in Russia i 12 ragazzi con il loro allenatore, augurandosi che vengano riportati in superficie in tempo e offrendo parole di sostegno.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteLe dichiarazioni di Mattarella in merito alla questione Lega
Prossimo articoloGoverno e Magistratura, scoppia il "caso Morrone"