Ticket sanità: arriva la riforma. Ecco quanto si paga e chi è esente

– Disoccupati e loro familiari a carico appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico (CODICE E02);

– Titolari di pensioni sociali e loro familiari a carico (CODICE E03); – Titolari di pensioni al minimo di età superiore a 60 anni e loro familiari a carico, appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico (CODICE E04). Come fare per ottenere questo tipo di esenzione? Il medico di famiglia o il pediatra, i quali – evidenzia il Ministero

– possiedono “la lista degli esenti fornita dal sistema Tessera Sanitaria”, al momento della prescrizione verificano, su richiesta dell’assistito, il diritto all’esenzione e lo comunicano all’interessato e riportano “il relativo codice sulla ricetta”. Per quanto riguarda l’esenzione relativa allo stato di disoccupazione (codice E02), in ogni caso questa deve essere autocertificata annualmente dal paziente presso la Asl di appartenenza, che rilascia un apposito certificato.

gazzettino