Condividi

Arrestato dai carabinieri e dalla polizia un ultras laziale di 25 anni ritenuto responsabile di aver lanciato oggetti contro un carabiniere, in particolare scagliandogli contro un bidone dell’immondizia, a dicembre scorso a Trastevere dopo la partita Lazio-Eintracht Francoforte.

Identificati altri 8 appartenenti al gruppo ultras degli “Irriducibili”, responsabili di aver violato le disposizione sul daspo. I Carabinieri di Roma e gli agenti della Digos hanno eseguito un’ordinanza che dispone gli arresti domiciliari per il 25enne, già noto alle forze dell’ordine.

L’indagine è scattata dopo l’episodio che si è verificato il 13 dicembre 2018 quando un gruppo di tifosi italiani, dopo l’incontro “Lazio-Eintracht Francoforte”, si era recato nel quartiere Trastevere per rintracciare e aggredire tifosi tedeschi, rapinandone uno.

Giunta sul posto una pattuglia di Carabinieri di Roma Trastevere notò i tifosi laziali e un carabiniere fu bersaglio di un fitto lancio di oggetti rimanendo ferito alla testa.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteStrage di Vigili del Fuoco, uno dei Carabinieri rischia di perdere un occhio
Prossimo articoloMorte di Fabio Cicone, Maresciallo Maggiore in servizio a Castel di Sangro. Le indagini in attesa dei funerali

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.