Condividi

Un detenuto albanese di 45 anni, in regime di semilibertà, non ha fatto rientro in cella. E, dopo avere accoltellato il cognato egiziano, ha fatto perdere le sue tracce.
L’uomo era ammesso al lavoro esterno in una ditta di Moncalieri. Martedì sera, non è rientrato in cella e si è recato a casa del cognato egiziano, alla periferia Sud di Torino. Ne è nata una lite, al termine della quale l’evaso ha ferito con due coltellate il cognato, ora ricoverato all’ospedale Molinette.

Il detenuto evaso è poi fuggito ed è ora ricercato dalla polizia per tentato omicidio.
“Si tratta dell’ennesimo mancato rientro in carcere di Torino di un detenuto in regime di semilibertà o in permesso premio”, commenta il segretario generale dell’Osapp, Leo Beneduci, che invita a riflettere sulla “eccessiva facilità nella concessione di tali istituti”.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteLe 12 cause più probabili che potrebbero spazzare via l'uomo dalla Terra
Prossimo articoloDanimarca, prima multa a una donna perché indossava il niqab