Torino, ambulante positivo al Coronavirus continua a lavorare: rischia denuncia per epidemia colposa

Era positivo al nuovo coronavirus, gli era stata imposta la quarantena. L’uomo, un ambulante italiano di Carmagnola (Torino), non è rimasto a casa e ha continuato a lavorare. Il cinquantanovenne, che è stato denunciato, gestisce un banco di frutta e verdura e avrebbe continuato a frequentare i mercati dove normalmente lavorava nonostante fosse positivo. I carabinieri lo hanno fermato mentre il venditore ambulante tornava da un mercato a Canale, nella provincia di Cuneo. I militari, impegnati domenica scorsa 17 maggio nei controlli del territorio, lo hanno fermato poco prima che l’uomo rientrasse a casa. Constatata la positività al Covid-19, l’ambulante di Carmagnola è stato denunciato per la violazione dell’obbligo della quarantena e rischia una denuncia anche per epidemia colposa.

Il timore, riporta Fanpage, è che oltre a continuare a lavorare nei mercati fuori Carmagnola, il venditore sia andato tranquillamente in giro per la città incurante delle limitazioni a cui era sottoposto. Molto difficile risalire alle persone con cui l’uomo, asintomatico, è venuto a contatto domenica e nei giorni precedenti al controllo dei carabinieri.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche