Torino, antagonisti contestano poliziotti impegnati in un arresto: “Diffondono il coronavirus”

Momenti di tensione a Torino in occasione dell’arresto di due presunti autori di una rapina a un anziano.

Alcune decine di persone, identificate dalla polizia come “antagonisti”, hanno contestato e tentato di ostacolare l’intervento degli agenti. “Il virus – ha detto un dimostrante – lo hanno portato in giro loro. Ci stanno facendo ammalare”.

Dopo i disordini, quattro antagonisti sono stati arrestati per resistenza a pubblico ufficiale.

I presunti rapinatori, due marocchini di 28 e 36 anni, hanno strappato la catenina dal collo di un pensionato, che è caduto procurandosi lesioni, e quindi sono fuggiti insieme sulla stessa bicicletta. La vittima dell’aggressione ha chiamato le forze dell’ordine, e i poliziotti poco dopo hanno individuato i due in corso Giulio Cesare, a pochi passi da una casa occupata.

LEGGI ANCHE: La polizia arresta due rapinatori, gli antagonisti cercano di liberarli / VIDEO

Al momento dell’arresto sono però arrivati anche gli antagonisti, una cinquantina in tutto, che hanno tentato di ostacolare i poliziotti: “Non ci danno i soldi per sopravvivere. E’ ora di scendere in strada e dare alla polizia e ai politici quello che loro stanno dando a noi”, hanno spiegato i dimostranti. A quel punto gli agenti hanno chiamato i rinforzi, e alla fine, oltre ai due marocchini, sono stati arrestati anche quattro manifestanti, due uomini e due donne, mentre altri tre sono stati denunciati dalla Digos.

Durante il trambusto, 7 agenti sono rimasti contusi. / TGCOM24

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche