Condividi

Torino – Ha una giornata libera e decide di passarla con la moglie, ma un Carabiniere è sempre un Carabiniere: h24. Non solo per legge ma anche per senso del dovere

E’ il suo giorno di vacanza, dicevamo. Passeggia in centro assieme alla moglie e il loro cane, si trova in corso Vittorio Emanuele II. Poco avanti però, nota qualche cosa di strano: due uomini tengono un atteggiamento particolare.

I due si guardano attorno. Camminano avanti e indietro. Si siedono. Sono in attesa di qualche cosa. Si voltano prima da una parte, poi dall’altra. Quello è un atteggiamento che il Carabiniere, per esperienza, ben conosce.

Il carabiniere li osserva, vede che hanno un sacchetto. Al momento in cui si siedono nei pressi di un bar li osserva ancora. Li segue con lo sguardo, chiama i rinforzi. Arrivano i colleghi di San Salvario.

I due segnalati, che poi risulteranno essere due giovani di 18 e 23 anni (uno del Mali e l’altro del Gabon), sono spacciatori!

L’operazione dei Carabinieri va a buon fine. I due giovani malviventi vengono bloccati con lo stuoefacente addosso: uno ha addirittura nella biancheria intima oltre 70 involucri termosaldati di cocaina e crak. Sono tutto circa 60 grammi. L’altro ha quasi 600 euro in contanti.

I due risultano irregolari. Finiscono in manette. Saranno processati, ma erano già noti. Speriamo che a questo giro, possano anche essere espulsi!

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteScossa in Emilia avvertita distintamente. Lungo la penisola è l'ultima di una lunga serie
Prossimo articoloDalla Celere al NOCS passando per la DIGOS, la carica delle donne "nessuna discriminazione in Polizia, basta credere in se stesse"

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.