Condividi

Trovano un cucciolo per strada e decidono di torturarlo. La stupidità, purtroppo, non ha né limiti né età. È il caso di questi due “ragazzini” che hanno deciso di trovare così il loro attimo di notorietà. Il più piccolo ha bloccato il cucciolo e ha iniziato a colpirlo violentemente a pugni sul muso, per poi proseguire colpendolo ripetutamente con il gomito sul cranio.
Il tutto mentre l’altro ragazzo, ben più grande, riprendeva in modo divertito la scena. Tutto ciò è avvenuto in un paese dell’Inghilterra e ha lasciato sdegnati e sbigottiti non solo i membri della popolazione inglese ma tutta la rete.

Recentemente, abbiamo ricordato come gli esperti psicologi e ricercatori hanno evidenziato la pericolosità degli individui che, in tenera età, commettono atti violenti e crudeli contro gli animali. Non a caso, proprio lo scorso anno, il Regno Unito ha introdotto l’obbligatorietà per gli operatori sociali e psicologi che si occupano del recupero di bambini e adolescenti problematici, di indagare il loro rapporto con gli animali.

Infatti, in base alla relazione che una persona, fin da piccola, ha con una creatura vivente, possono emergere indizi su patologie latenti che poi da adulti sfociano in diverse forme di violenze: da quella domestica, nei confronti dei conviventi e figli, fino a disturbi della personalità, arrivando a serial killer veri e propri.

Diffondere per educare, questo è lo scopo della condivisione di questo video che vorremmo subito dimenticare e togliere dalla visione dei nostri occhi.
Le generalità dei due ragazzi non sono state ovviamente diffuse per ragioni di Privacy.

VIDEO NELLA PROSSIMA PAGINA

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteGRAVISSIMO LUTTO NELLA LEGA NORD. NOTIZIA APPENA ARRIVATA
Prossimo articoloBonus famiglia, in arrivo assegni e incentivi fino a 1.800 euro. Figli, asilo nido, donne: chi ne ha diritto, anche a reddito alto Bonus famiglia, in arrivo assegni e incentivi fino a 1.800 euro. Figli, asilo nido, donne: chi ne ha diritto (anche a reddito alto)