Tragedia a Roma, neonata di otto giorni muore per una crisi respiratoria

ambulanza notte4Roma, 24 marzo 2014 – Una neonata di otto giorni, di Piglio, nel Frusinate, è morta all’ospedale Casilino, a Roma, in seguito a una crisi respiratoria, sembra legata a problemi cardiaci. Era nata da poco più di una settimana, poi la tragedia che ha gettato nel dolore e nello sconforto una famiglia di Piglio, padre e madre della piccola, e un’intera comunità, rimasta sgomenta, scossa, addolorata. Una bambina venuta alla luce solo pochi giorni fa, è morta in un ospedale romano dopo che aveva mostrato difficoltà nella fase di respirazione. La corsa dei suoi genitori al nosocomio di Alatri, poi il trasferimento d’urgenza nella struttura sanitaria della Capitale, ma per la piccola non c’è stato nulla da fare. E’ spirata, il suo cuoricino si è fermato, nonostante tutti i tentativi profusi dai medici. Sulla salma sarà eseguita domani l’autopsia per stabilire le cause del decesso, per capire il perché di quei problemi di carattere respiratorio che poi hanno portato alla morte in così tenera età.

La tragedia è avvenuta domenica. Stando a quanto emerso, i genitori della neonata, notando la crisi della piccola, l’hanno subito portata all’ospedale di San Benedetto di Alatri. Erano circa le 8.30 di domenica mattina. Qui, stando a quanto ricostruito dall’Asl di Frosinone, i sanitari si sono presi cura della paziente, che mostrava difficoltà respiratorie. E’ stata soccorsa da un pediatra e da un anestesista. Viste le sue condizioni, è stata intubata e ne è stato disposto il trasferimento in un’altra struttura sanitaria. La bimba è stata trasportata con un’ambulanza con un neonatologo a bordo all’ospedale Casilino di Roma, dove purtroppo è poi spirata nonostante tutti i tentativi dei medici di tenerla in vita. La piccola, figlia di una giovane coppia sposata da poco, aveva appena otto giorni.

Stefano De Angelis
Fonte: Il Messaggero