Condividi

Un nuovo caso di suicidio tra le forze dell’ordine è stato appena segnalato da Cleto Iafrate, nel gruppo “OSSERVATORIO SUICIDI IN DIVISA (OSD)”, ma già da diverse ore la notizia ‘girava’ tra le chat WhatsApp dei colleghi.

Si tratta del quinto episodio di questo mese, questa volta, se le informazioni sono corrette, verificatosi tra le fila della Polizia di Stato a La Spezia. Il poliziotto spezzino, era in servizio nella sala operativa della Questura quando si è sparato con la sua pistola di ordinanza. La vittima aveva 48 anni e abitava con la moglie e due figli in Lunigiana.

Non sono noti motivi e modalità del gesto.

Appena cinque giorni fa si era tolto la vita un Carabiniere Scelto di soli 34 anni in servizio nella provincia di Trapani.

Il 2019 si era chiuso in modo drammatico, con 69 casi segnalati allo stesso osservatorio e che hanno coinvolto uomini e donne in servizio tra le forze armate, le forze di polizia, i Vigili del fuoco e sicurezza privata.

Di seguito i CASI DI GENNAIO

1. 2 gennaio Roma Guardia di Finanza;
LEGGI ANCHE: Dramma nelle forze dell’ordine, appuntato scelto si suicida in auto

2. 6 gennaio Tolmezzo Carabinieri;

3. 11 gennaio Pescara Carabinieri;
LEGGI ANCHE: Carabiniere si spara nel bagno della caserma. E’ il terzo caso in poco più di dieci giorni

4. 18 gennaio Mineo (CT) Carabinieri.
LEGGI ANCHE: Carabiniere si toglie la vita, aveva appena 34 anni. E’ la quarta vittima del 2020

RIEPILOGO ANNO PRECEDENTE dall’OSSERVATORIO di Cleto Iafrate.

Nel corso dell’anno 2019 sono stati segnalati a questo Osservatorio nr. 69 eventi suicidari, così distinti per corpo/arma di appartenenza:
– 18 polizia di stato;
– 17 carabinieri;
– 11 polizia penitenziaria;
– 6 guardia di finanza;
– 5 polizia locale;
– 9 forze armate;
– 1 vigile del fuoco;
– 2 guardia giurata.

Articolo precedenteVirus dalla Cina: caso sospetto in Italia, rientrava da Wuhan. Altri casi sospetti in Scozia
Prossimo articoloCapitano Ultimo: ripristinata la scorta. "Chi serve lo Stato deve essere protetto"

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.