Covid-19, diciottenne salvato da un trapianto record al Policlinico di Milano

Coinvolto un giovane di 18 anni, il quale non presentava patologie pregresse. Il ragazzo era ridotto in fin di vita per via del Covid-19. Si tratta della prima operazione del genere in Europa. Negli stessi giorni un intervento analogo anche in Austria.

Era in fin di vita a causa del Covid ma è stato salvato con un trapianto di polmoni. Il virus lo aveva colpito duramente, tanto da mettere l’apparato respiratorio completamente fuori uso in appena pochi giorni.

A inizio Marzo, Francesco aveva iniziato a stare male. Fino al culmine e poi in quattro giorni, l’inferno. La rianimazione. Sembrano non esserci speranze per lui. La vittima italiana più giovane? No, perchè i medici tentano l’ultima carta: il trapianto.

Si tratta del primo caso di intervento in Europa, ed è stato fatto dai medici del Policlinico di Milano, sotto il coordinamento del Centro nazionale trapianti, con il Centro regionale trapianti e il Nord Italia transplant program.

L’operazione è riuscita

E così oggi dal policlinico la grandiosa notizia: Francesco si è svegliato. Adesso un ulteriore passaggio: la riabilitazione e lo “svezzamento” dal respiratore.

“È la prima volta in Europa per un’operazione di questo tipo” illustrano fonti dall’Irccs di Via Sforza.

Un intervento analogo anche in Austria, ma si trattava di una strada inesplorata. Anche i medici che se ne sono occupati lo hanno definito “un salto nel vuoto”.

Servirà ancora molto tempo perché Francesco possa tornare a una vita normale.

Il 18enne ora dovrà seguire una riabilitazione dura e soprattutto lunga, non per il coronavirus ma a causa dei giorni passati a letto, intubato, per quasi sessanta giorno.

“Il nostro ospedale è tra centri più importanti d’Italia per l’attività trapiantologica, sia come volumi sia come capacità di innovazione. Nel 2019 abbiamo fatto 34 trapianti di polmone, siamo stati i primi a mettere in campo il ricondizionamento polmonare nel 2011 e il primo prelievo da donatore a cuore non battente nel 2014” ha spiegato il direttore generale del Policlinico di Milano Ezio Belleri.

 

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche