Distrugge auto e moto, scippa una donna, minaccia un barista e punge un Carabiniere con una siringa

Il pomeriggio di Treviso sconvolto dalle scorribande di un 26enne marocchino nelle scorse ore.

Siamo nei pressi della stazione letteralmente ammutolita davanti le acrobazie del 26enne che si presenta alterato e mezzo nudo, evidentemente sotto effetto di alcolici.

Prima scaraventa una moto a terra, poi sale sul tettuccio di un’auto. L’uomo viene portato con non poca difficoltà negli uffici del comando provinciale dagli uomini del NORM, dunque denunciato e.. rilasciato a piede libero.

Non avendone abbastanza, qualche ora dopo lo stesso magrebino tenta prima lo scippo ad una signora, fuori da un bar, poi le minacciando lo stesso barista di dare fuoco all’esercizio commerciale nel caso in cui non gli avesse servito da bere.

Bloccato nuovamente dai Carabinieri, ne ferisce una con una siringa. Viene portato nuovamente in caserma. Prima del ferimento gli vengono trovati addosso tre pacchi di biscotti che il 26enne aveva trafugato all’interno de “La confetteria” di via Inferiore.

A causa dell’uso della siringa, il Carabiniere ferito sarà costretto, prossimamente, ad essere sottoposto a profilassi contro eventuali infezioni e ai test del caso.

Il processo per direttissima è rinviata al prossimo 3 luglio, il marocchino è attualmente in carcere.