Trieste, la sorprendente dichiarazione di Chef Rubio: “Poliziotti impreparati, non mi sento al sicuro”

A scatenare le polemiche è un tweet di Chef Rubio che commenta così i fatti di Trieste: Inammissibile che un ladro riesca a disarmare un agente. Le colpe di questa ennesima tragedia evitabile risiedono nei vertici di un sistema stantio che manda a morire giovani impreparati fisicamente e psicologicamente. Io non mi sento sicuro in mano vostra”.

Parole che di certo sono destinate a dar vita ad una raffica di reazioni sui social. I follower dello chef non l’hanno presa bene e hanno subito puntato il dito contro di lui per il tempismo del suo tweet: “Rispetto Rubio… Ti seguo e mi piaci ma potevi fare a meno di scrivere questo post irrispettoso nei confronti dei due poveri poliziotti”, scrive uno di loro. E ancora: “Di fronte a queste tragedie si deve solo riflettere sul pericolo che affrontano ogni giorno queste persone, probabilmente non esperte. Al di là di ogni pregiudizio verso i “colpevoli”.  Ma c’è anche chi gli dà ragione: “Si ha la sensazione che i giovani agenti dell’ordine pubblico abbiano una preparazione complessiva alquanto approssimativa, divenendo così bersaglio più vulnerabile per i malavitosi! Noi li rispettiamo comunque, li piangiamo quando sono vittime, e vorremmo che così non fosse“.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche