Condividi

La dinamica di quanto accaduto questo pomeriggio all’interno della questura di Trieste, dove un dominicano ha aperto il fuoco contro gli agenti, è tutta da chiarire. I rilievi della scientifica cercheranno di far luce sull’esatta sequenza dei fatti ma qualcosa è già emerso dalle ricostruzioni dei testimoni. Il killer dominicano, in questura insieme al fratello per il furto di un motorino, avrebbe chiesto di recarsi al bagno: accompagnato da un poliziotto, sembra che lo abbia sorpreso con una mossa improvvisa disarmandolo. Da qui la furia omicida. Subito alcuni colpi a bruciapelo che hanno lasciato a terra agonizzanti due agenti. Poi la fuga. Raggiunto in strada dai poliziotti l’uomo è stato immobilizzato e arrestato. La dinamica di questi fatti però fa discutere.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedente"Chi colpisce un uomo delle Forze dell'ordine, colpisce lo Stato. Oggi l'Italia intera piange due dei suoi figli migliori"
Prossimo articoloRoma, l'omaggio ai due poliziotti uccisi: sirene spiegate all'Altare della Patria

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.