Truffava anziane spacciandosi per ”suora laica”, fermata

SOS1306342Firenze, 14 agosto 2013  – Spacciandosi per una suora laica e proponendo “acqua benedetta” ha messo a segno diverse truffe ad anziani “ripulendo” le loro case, in un caso usando anche uno spray narcotico.

Così Giuseppa Rasizzi Scalora, 56 anni, di Noto ma residente a Ardea, è finita in carcere dopo le indagini della squadra mobile di Firenze.

Potrebbe aver agito anche in altre città. Convinceva le anziane a farsi aprire la porta per pregare con loro. Un complice pensava poi a rubare soldi e preziosi.