Tumore al colon, i sintomi da non sottovalutare

L’abuso di carne rossa è tra i fattori incriminati, così come la carenza di fibre nella dieta, ma sicuramente a scatenarlo c’è una concomitanza di tutti questi elementi. La familiarità è un altro importante fattore da tenere presente. Inoltre, avere polipi, piccole escrescenze al colon mette a rischio di contrarre il cancro nel 90% dei casi. Anche le malattie infiammatorie intestinali, aumentano le probabilità di ammalarsi, come pure altre condizioni cliniche quali l’obesità, il diabete di tipo 2, l’eccessivo consmo di alcol, la sedentarietà ed il fumo di sigaretta.

Quali i sintomi del cancro al colon?
Purtroppo questa patologia è inizialmente asintomatica e tale fase può durare anche molti anni.

E’ per questo che bisogna prestare attenzione ai fattori di rischio e sottoporsi agli screening. Alcuni sintomi devono però mettere in allarme, non vanno trascurati: il sangue nelle feci prima di tutto, un’improvvisa stitichezza o il contrario, diarrea (o comunque un’alterazioni delle abitudini intestinali; perdita di peso non ben motivata, feci sottili, dolore addominale e senso di spossatezza e gonfiore. Ovviamente la sintomatologia è individuale, e questi sono disturbi comuni a numerose patologie, anche benigne e passeggere: il consiglio è di non allarmarsi esageratamente, ma neppure trascorare i segnali che il nostro organismo ci invia.