Tumore al colon, i sintomi da non sottovalutare

Lo screening per il cancro al colon

In Italia lo offre il servizio sanitario nazionale a uomini e donne che hanno superato i 50 anni di età. Esistono alcune differenze a seconda delle Regioni in cui si risiede e a particolari periodi di campagne informative, ma in generale è la Asl che invita gli aventi diritto, tramite lettera a sottoporsi al test. Gli adulti che sono classificati ad alto rischio devono invece sottoporsi a questi test anche prima dei 50 anni, con la richiesta del medico curante. In cosa consiste lo screening? Il primo step prevede la ricerca del sangue occulto nelle feci: nulla di invasivo e sicuramente di facile realizzazione. Solo in caso di dubbi al riguardo (e dunque la presenza di sangue) può indurre ad ulteriori accertamenti come la colonscopia, la sigmoidoscopia, o il clisma opaco: sicuramente più fastidiosi, ma necessari.

POURFEMME.IT