Condividi

Arrestato il basista che aiuta le metastasi del tumore del seno a diffondersi nell’organismo

è l’enzima Mmp9, smascherato mentre cercava di aiutare le cellule tumorali in trasferta preparando dei nascondigli ben protetti dai controlli dei guardiani del sistema immunitario.

Ci sono volute le forze speciali, formate da anticorpi addestrati a riconoscere e attaccare l’enzima, per fermarlo nei topi di laboratorio colpiti da una delle forme più comuni di tumore della mammella, il luminale B.

Il risultato, che potrebbe aiutare la lotta alle metastasi e migliorare le chance di successo dell’immunoterapia, è pubblicato sulla rivista Life Science Alliance dall’Università della California a San Francisco.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteRagazzo di 16 anni prende l'auto della mamma e muore
Prossimo articoloCarola muore a 9 anni, la scelta commovente dei genitori: "la sua morte aiuterà altri bambini"

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.