Condividi

carabiniere2

 

Di quell’anno trascorso in Bosnia al carabiniere genovese restano ricordi, qualche foto e un tumore. Per la precisione un “carcinoma papillare della tiroide” frutto delle radiazioni dell’uranio impoverito.

Ma al brigadiere oggi in servizio in una centrale operativa, il ministero della Difesa aveva negato che quella malattia fosse dipendente da causa di servizio.

C’è voluto una sentenza del Tar Liguria per riconoscere al militare – assistito dall’avvocato Fulvio Briano, sindaco di Cairo Montenotte – quello che la scienza e molte altre sentenze hanno ormai stabilito da tempo.

Perché, si legge nella sentenza, il “brigadiere sarebbe stato esposto, senza essere munito di alcun mezzo di protezione, ad ambienti fortemente inquinati da residui tossici derivanti dall’esplosione delle munizioni utilizzate per le operazioni belliche, contenenti un’alta concentrazione di uranio impoverito”.

Esposizioni subite “in due missioni internazionali di pace svolte nelle zone della ex Jugoslavia (Sarajevo – Bosnia Erzegovina), dal marzo al settembre 2000 con compiti di pattugliamento e monitoraggio nelle zone limitrofe alla base di Sarajevo–Butmir, e dal luglio 2004 al febbraio 2005 con compiti di autista di mezzi pesanti”.

Scrivono i giudici che “E’ noto infatti come la possibile correlazione tra alcune patologie tumorali – tra le quali il carcinoma della tiroide – e l’attività svolta in teatri operativi e/o in ambienti contaminati da uranio impoverito è stata oggetto di indagini e studi epidemiologici da parte di organismi internazionali e nazionali, di apposite campagne di monitoraggio e – addirittura – di una commissione parlamentare di inchiesta (istituita con deliberazione del Senato del 16 marzo 2010)”.
Oltre ad annullare il parere del Comitato di verifica il Tar ha condannato il Ministero della Difesa anche al pagamento delle spese legali.

genova.repubblica.it
16 Marzo 2016

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedente56° giorno di sciopero della fame
Prossimo articoloI rom gli occupano casa mentre sono al lavoro, una famiglia resta in mezzo a una strada