Condividi

Immagina di andare all’ospedale per sottoporti a un intervento chirurgico per poi svegliarti e scoprire che uno dei tuoi principali organi è stato rimosso per errore. Quell’incubo è diventato realtà per una donna della West Palm Beach al Wellington Regional Medical Center in Florida

“Era un giorno normale” ha raccontato Maureen Pacheco, allora 51 anni. L’episodio è balzato alle cronache in questi giorni ma risale aprile 2016.

La donna soffriva di dolori alla schiena dovuti a un incidente stradale e, dopo un lungo processo e una diagnosi da parte dei suoi medici, è stata sottoposta a controllo presso la Wellington Regional per sottoporsi a un intervento chirurgico per aiutare i dolori.

Leggi anche:  Infezione per quattro pazienti in clinica oculistica: sala operatoria chiusa

Poi è accaduto ciò che non si sarebbe mai aspettato: la donna ha lasciato l’ospedale senza uno dei suoi reni sani. Uno dei chirurghi infatti, il dottor Ramon Vazquez, lo aveva scambiato per un tumore canceroso e lo aveva rimosso il tutto senza alcuna informazione in merito

L’organo rimosso era in realtà un rene pelvico perfettamente funzionante che non si trovava nella sede naturale: una condizione piuttosto rara che avviene alla formazione del feto, ma comunque esistente.

Leggi anche:  Torino, intervento record: asportato un tumore dal cuore senza aprire il torace

“Se avesse guardato la risonanza magnetica che gli è stata data, l’avrebbe capito”, ha detto la donna. Sono in corso numerose cause contro la struttura ed il medico stesso ma nessuna somma di denaro potrà mai risolvere le complicazioni che la donna dovrà affrontare per il resto della sua vita: “Ci penso sempre – ha raccontato – trapianto renale o dialisi a vita”, ha detto. “Ora ho paura”.

Articolo precedenteEmergenza incendi: scene apocalittiche in California, il tornado di fuoco fa davvero paura
Prossimo articoloGrave lutto nell'Arma, i Carabinieri piangono il Comandante Dino Visalli "era un uomo tutto d'un pezzo.."