Tumore: scoperto il meccanismo biologico alla base della prolificazione cellulare

Oltre che dalla Fondazione Telethon, il lavoro è stato finanziato anche dall’Associazione italiana per la ricerca sul cancro (Airc).

TUMORE E LISOSOMI
I ricercatori hanno identificato uno dei meccanismi biologici che sta alla base del tumore legato a particolari organelli cellulari, i lisosomi, coinvolti nella prolificazione del cancro. Andrea Ballabio ci ha spiegato che i lisosomi “sono coinvolti in un ampio gruppo di malattie genetiche rare, quelle da accumulo lisosomiale.

In queste gravi patologie, a causa di un difetto genetico, i lisosomi non svolgono a dovere il loro compito, ovvero quello di neutralizzare, grazie al loro ampio corredo di enzimi, le sostanze di scarto: il risultato è che queste sostanze si accumulano nelle cellule, danneggiandole irreversibilmente. Studiando il funzionamento dei lisosomi abbiamo però scoperto che questi organelli non sono dei semplici “spazzini”, ma dei fini regolatori del nostro metabolismo“.

SCOPERTO L’INTERRUTTORE DEL TUMORE
Il nuovo studio sulla crescita dei tumori prosegue quello del 2009, quando il direttore del Tigem e il suo team hanno descritto per la prima volta il gene TFEB che è in grado di regolare l’attività di molti altri geni coinvolti sia nella produzione sia nel funzionamento dei lisosomi.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche