Condividi

La Brexit è stata “un grande successo”, e presto “altri Paesi lasceranno l’Unione europea” soprattutto a causa della questione migratoria, su cui Angela Merkel ha commesso “un errore catastrofico”. Queste le parole di Donald Trump che, quando mancano pochi giorni all’insediamento alla Casa Bianca, in un’intervista al tabloid tedesco Bild e al quotidiano britannico Times attacca l’Ue e in particolare Berlino, accusando la Germania di dominare l’Europa.

Parole che sono dure come martellate, forti e chiare come non mai. Eppure se cercate sulle prime pagine dei grandi quotidiani italiani, ma anche sulle seconde, non le troverete.

Come mai?

Datevela da soli la risposta, amici lettori. Tanto ormai chi ci segue e si informa a fonti alternative alla grande stampa, come il web ed i social, ha la capacità di capire cosa sia la stampa in Italia a livello di servitù verso le grandi lobbies.
Noi le poche tracce di queste importantissime interviste le abbiamo rintracciate su pochissime testate, come il Tgcom.

“Un’Europa asservita alla Germania”
“Guardate l’Ue – ha spiegato Trump – e vi ritrovate la Germania. È un grosso strumento nelle mani della Germania, un mezzo per raggiungere i suoi obiettivi. E’ la ragione per la quale credo che il Regno Unito abbia fatto bene ad uscirne”.

Certo, il neo-presidente americano ha detto di nutrire un “profondo rispetto” per il cancelliere tedesco, “di gran lunga uno dei capi di governo più importanti”. Anche se “ha fatto un errore catastrofico nel prendere tutti questi migranti illegali, prendere tutta questa gente da ovunque arrivasse”.

Ecco: questa è una di quelle frasi che hanno causato la censura dei giornaloni italiani, tutti servilmente spalmati sui diktat boldriniani e bergogliani.

Le conseguenze di questa politica di accoglienza “si sono fatte sentire molto chiaramente”, ha aggiunto Trump con un’allusione all’attacco terroristico della vigilia di Natale a Berlino. Per il presidente Usa, Berlino (e l’UE) avrebbe fatto meglio a creare delle zone di esclusione aerea in Siria piuttosto che accogliere i rifugiati.

La replica di Ue e Germania
E se l’Ue, per bocca del portavoce della Commissione, Margaritis Schinas, si è limitata a dire che “abbiamo letto l’intervista con interesse”, la Germania ha replicato con durezza al presidente eletto americano.

“L’Ue – ha detto il portavoce del ministero degli Esteri Martin Schaefer – non è mai stata per la Germania uno strumento per raggiungere degli scopi, ma il destino di una comunità, rispetto al quale ci riconosciamo oggi più che mai”.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteLa follia di una politica che combatte il grillismo con altro grillismo
Prossimo articoloNon rispettano neanche il riposo dei nostri morti. Malviventi entrano al cimitero e fanno cose orrende